Free shipping in all Europe.

Vicario Cinque dietro le quinte

Un’intervista al suo fondatore, Stefano Lora

Qual è il principale motivo di ispirazione per Vicario Cinque, dove trova lo spunto per le sue collezioni?
Vicario Cinque ha una musa ispiratrice: la donna contemporanea, attenta ai valori del nostro tempo, che ama vestire la qualità, ma non ha bisogno di dirlo a tutti. Una donna che predilige i fit moderni, ma non esasperati, e che non ha paura di apprezzare il value for money, perché convinta che la qualità debba avere un prezzo etico.

Come è nato il desiderio di creare Vicario Cinque?
Abbiamo un’esperienza consolidata, grazie a trent’anni nel settore come agenzia di rappresentanza e distribuzione di abbigliamento. Era tempo di creare un brand dotato delle caratteristiche che negli anni si sono rivelate fondamentali per il successo: stile, prodotto, servizio. Al progetto abbiamo voluto dare il nome di Vicario Cinque per onorare la casa del Vicario, la nostra sede del 1300 sui colli di Vicenza. Ci sembrava un ottimo modo di esprimere il nostro legame con il nostro territorio, la nostra cultura, la nostra gente.

Perché il territorio è per voi così importante?
Il nostro è un territorio ricchissimo di esperienza nell’ambito dell’abbigliamento, importanti aziende di tessuti e prodotti hanno sede in Veneto. Questa è stata la terra della Serenissima, con i suoi usi e i suoi costumi raffinati, ed è stata anche la terra di Palladio… come dimenticare che nella nostra regione ci sono ville di incredibile bellezza, che ci riempiono di grandi emozioni, tra arte e storia?

La sostenibilità è un tema sempre più centrale nel mondo della moda, come lo interpretate?
Sostenibilità significa per noi creare un prodotto etico, pet free ed eco-friendly. Non utilizziamo infatti alcun materiale di provenienza animale, il loro sfruttamento è per noi inaccettabile. Ma allo stesso tempo utilizziamo tessuti naturali, per ridurre l’impatto ambientale e migliorare l’esperienza del prodotto. Il tutto viene poi lavorato in una filiera corta, controllata e rigorosamente made in Italy.

Da qui a dieci anni, che marchio sarà… vestirete l’uomo?
Lavoro con un team all’apice del suo percorso professionale, che negli anni ha maturato una grande esperienza nel difficile compito di “vestire la vita”. Il suo grande senso estetico porterà lontano Vicario Cinque, lungo la strada di un vero e proprio Lifestyle Brand, che oltre a vestire, rende più belle le nostre case e ci distingue per l’unicità delle sue fragranze. Quindi vestiremo anche l’uomo? In molti ce lo chiedono, e io rispondo: “beh… il nome si presta”.